Coronavirus Covid-19: Iss-ministero Salute, Rt nazionale a 0,99. Cinque Regioni con livello di rischio alto. Accelera incidenza

L’Rt nazionale (indice di trasmissibilità) sfiora il valore soglia di 1, restando come la scorsa settimana a 0,99 con una forbice che va da 0,93 a 1,03, mentre si conferma per la quarta settimana consecutiva un peggioramento nel livello generale del rischio. Sono i principali dati emersi dal report del monitoraggio settimanale sulla situazione Covid-19 di ministero della Salute e Istituto superiore di sanità, relativo al periodo 15-21 febbraio (aggiornati al 24 febbraio). Sono 15 le Regioni/PPAA con un rischio alto o moderato. In particolare, cinque Regioni (Abruzzo, Lombardia, Marche, Piemonte, Umbria), rispetto alla settimana precedente, hanno un livello di rischio alto. Si osserva inoltre una chiara accelerazione nell’aumento dell’incidenza a livello nazionale rispetto alla settimana precedente: 145,16 per 100.000 abitanti (15 febbraio-21 febbraio) contro i 135,46 per 100.000 abitanti (08 febbraio-14 febbraio). L’incidenza nazionale nella settimana di monitoraggio, quindi, si allontana da livelli (50 per 100.000) che permetterebbero il completo ripristino sull’intero territorio nazionale dell’identificazione dei casi e tracciamento dei loro contatti. Secondo il report, l’incidenza settimanale supera la soglia di 250 casi per 100.000 abitanti nelle Province Autonome di Bolzano (539,01 per 100.000 abitanti) e di Trento (309,12 per 100.000 abitanti). Quattro Regioni (Abruzzo, Emilia Romagna, Molise e Umbria) hanno una incidenza maggiore di 200 casi per 100.000 abitanti.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy