Cinema: Rutelli (Anica), “l’industria va avanti e lavora con protocolli rigorosi”

“Quella di oggi è una prova di estremo interesse”. Lo ha detto Francesco Rutelli, presidente di Anica, a proposito di “Reimagine”, un cortometraggio nato dalla collaborazione fra Novartis Italia e One more pictures, presentato oggi. Il breve film di dieci minuti racconta la storia di un bambino che dopo la morte della madre costruisce una macchina del tempo che ritroverà da grande una volta divenuto un ricercatore scientifico. Il prodotto, che sarà disponibile su Chili, ha la finalità di sensibilizzare soprattutto i più giovani ai temi della scienza e all’importanza della ricerca. Riguardo al periodo di difficoltà vissuto dal comparto cinematografico, Rutelli ha aggiunto: “Oggi stanno accadendo cose molto diverse per l’audiovisivo e il cinema. Stiamo dialogando con il governo per riaprire i cinema con senso di responsabilità. Ci sono tanti prodotti fermi che aspettano da mesi. Ci sono soprattutto migliaia di persone che non lavorano e migliaia di italiani che non possono godere del cinema. L’industria però va avanti e ha lavorato intensamente con protocolli rigorosi, le produzioni non si sono fermate mai. Sono andate avanti le attività tecniche”. “L’industria ha continuato a lavorare – ha concluso – perché le persone chiuse a casa hanno bisogno di contenuti ispirativi”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy