Stati Uniti: Patriarca Bartolomeo al Mount Sinai Hospital di Manhattan per un angiogramma. Partenza per Istanbul rimandata

Il Patriarca ecumenico Bartolomeo sarà di nuovo ricoverato in ospedale. Negli Stati Uniti dal 23 ottobre, oggi il Patriarca e la sua delegazione sarebbero dovuti rientrare con un aereo privato a Istanbul. Ma un comunicato diffuso in queste ore dall’arcidiocesi greco-ortodossa d’America ha fatto sapere che “a seguito dei risultati di un check-up presso il Mount Sinai Hospital di Manhattan, nonché delle consultazioni con i medici, Sua Santità il Patriarca ecumenico Bartolomeo sarà ricoverato in ospedale nel tardo pomeriggio per un angiogramma che valuterà la necessità di posizionamento dello stent”. Il Patriarca era arrivato negli Usa il 23 ottobre scorso per una visita apostolica di 12 giorni. Appena arrivato, era stato portato per un malore al George Washington University Hospital dove ha trascorso una notte in osservazione ma poi era stato dimesso ed aveva potuto continuare il viaggio. È stata una visita fitta di appuntamenti. In questi giorni, Bartolomeo ha incontrato il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, il segretario di Stato, Antony Blinken, e Nancy Pelosi. Il 28 ottobre aveva ricevuto all’Università di Notre Dame di South Bend, in Indiana, una laurea honoris causa per il suo impegno per l’ambiente e  lunedì 1° novembre, dall’American Jewish Committee il più alto riconoscimento per le relazioni interreligiose e il progresso delle relazioni ebraico-ortodosse. Ieri, il Patriarca aveva inaugurato e benedetto la chiesa di San Nicola a Ground Zero, dopo che l’edificio fu distrutto 20 anni dagli attentati dell’11 settembre. Prima di partire, si era sottoposto ad un controllo medico in seguito al quale però si è deciso di trattenerlo.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy