Maltempo: Coldiretti, allarme forniture frutta e verdura con Ue sottozero

Con l’Unione europea nella morsa del gelo è allarme per le forniture di verdure, frutta e ortaggi sugli scaffali per effetto del crollo dei raccolti in molti Paesi a partire dalla Spagna, principale produttore ed esportatore. È quanto emerge dal monitoraggio Coldiretti sugli effetti dell’ondata di maltempo che stringe d’assedio il continente. In Italia il Brennero è bloccato a causa di forti nevicate sul versante austriaco del valico ed è allerta meteo per il nucleo gelido proveniente dalla Russia con vento, neve e gelo lungo tutta la Penisola dove sono in piena raccolta le produzioni invernali di frutta e verdura. L’arrivo del grande freddo colpisce infatti coltivazioni in campo come cavoli, verze, cicorie, finocchi, carciofi, radicchio e broccoli ma lo sbalzo termico improvviso ha inevitabilmente un impatto anche sull’aumento dei costi di riscaldamento delle produzioni coltivate in serra.
Difficile la situazione in Gran Bretagna alle prese con la Brexit e importatrice circa di 1/3 della frutta e verdura consumata dai Paesi Ue.
Il 2021 è iniziato con un evento estremo al giorno tra grandinate, tornado, nevicate anomale, valanghe e bombe d’acqua che hanno colpito l’Italia provocando danni in città e campagne ma anche vittime. Per Coldiretti si conferma anche nel nuovo anno il moltiplicarsi di eventi estremi con una più elevata frequenza di manifestazioni violente che ha fatto perdere oltre 14 miliardi di euro in un decennio, tra cali della produzione agricola nazionale e danni alle strutture e alle infrastrutture nelle campagne con allagamenti, frane e smottamenti.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy