Coronavirus Covid-19: morto mons. Cecchini, vescovo emerito di Fano-Fossombrone-Cagli-Pergola

Ieri, presso l’opera Pia Mastai Ferretti di Senigallia, dove era ricoverato da tempo, è morto all’età di quasi 88 anni mons. Mario Cecchini, vescovo emerito di Fano-Fossombrone-Cagli-Pergola. Aveva importanti patologie pregresse ed era stato contagiato dal Covid-19 nell’ultimo focolaio scoppiato il mese scorso. Nato a Piticchio di Arcevia (An), il 25 gennaio 1933 era stato ordinato presbitero il 16 marzo 1958 e poi eletto alla sede vescovile di Fano-Fossombrone-Cagli-Pergola l’11 febbraio 1986. È stato ordinato vescovo il 16 marzo 1986 per le mani del card. Bernardin Gantin. Il 30 settembre 1986, a seguito della plena unione delle sedi vescovili citate, divenne primo vescovo della diocesi di Fano-Fossombrone-Cagli-Pergola. Si dimise dall’incarico l’8 settembre 1998, diventando così vescovo emerito.
“Persona paterna, amabile e vicino alla gente, la sua presenza alla guida della diocesi fanese è stata segnata da un grave incidente subito alla fine degli anni ’80 – si legge in una nota a firma di don Marco Presciutti, vicario generale, e didon Francesco Pierpaoli, vicario pastorale -. Nel suo ministero ha favorito le missioni ad gentes visitando, laddove svolgevano il loro ministero, i preti fidei donum della diocesi. La su devozione a Maria, madre di Gesù, ha segnato profondamente la sua spiritualità e il suo agire pastorale”.
Le esequie si terranno nella cattedrale di Senigallia, venerdì 15 gennaio alle ore 15. Le esequie saranno trasmesse in diretta su Fano Tv. “Tutto il popolo di Dio, il vescovo Armando Traarti, il presbiterio, i diaconi, i religiosi e le religiose lo ricordano con gratitudine all’altare del Signore”, conclude la nota.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy