Migranti: Caritas Saluzzo, appello per le condizioni di vita di oltre 100 braccianti africani

Nel cortile della Caritas di Saluzzo, in corso Piemonte 59, enti del Terzo Settore e sigle sindacali si sono riuniti per presentare l’appello “Per una stagione di dignità” denunciando la condizione di oltre un centinaio di braccianti africani arrivati a Saluzzo per la raccolta stagionale della frutta, che da settimane dormono accampati in condizioni indegne nei parchi cittadini e sotto i porticati dei palazzi del centro perché senza dimora. L’appello è aperto alla sottoscrizione di tutti gli enti del Terzo Settore, sindacati e realtà che vorranno aderire, ma anche ai singoli cittadini, sotto forma di una petizione da sottoscrivere. Nel testo, la Caritas definisce la situazione attuale dei braccianti “intollerabile sia sotto il profilo della dignità umana, perché contrasta con lo spirito di umanità che anima la maggior parte della comunità locale (alimentando il rischio di pericolose tensioni sociali), sia dal punto di vista sanitario perché può produrre conseguenze drammatiche per la salute pubblica”. Di qui l’appello al prefetto e al presidente della Regione affinché, anche alla luce dell’art. 103 comma 20 del “Decreto Rilancio”, individuino con la massima sollecitudine soluzioni adeguate al problema abitativo dei braccianti stagionali, affidandone la gestione alla Protezione civile e alle autorità sanitarie competenti.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy