Papa Francesco: telefonata all’arcivescovo di Aparecida, “con il cuore molto vicino ai brasiliani”

Papa Francesco ha telefonato ieri a mons. Orlando Brandes, arcivescovo di Aparecida (dove si trova il maggiore santuario del Brasile) manifestando la propria solidarietà ai brasiliani per la pandemia del Covid-19, che sta così duramente colpendo il Paese. Mons. Brandes ha riportato che il Santo Padre ha chiesto di dire al popolo che non solo prega per tutti, ma li accompagna sempre, “con il cuore molto vicino ai brasiliani”. “Ha anche affermato – ha aggiunto l’arcivescovo – che sta pensando a tutti i brasiliani. Non solo a noi cristiani, ma a tutta la nazione”.
Questa è la terza volta che Papa Francesco chiama un vescovo brasiliano, durante l’emergenza coronavirus. Il primo a ricevere una sua telefonata è stato il card. Odilo Scherer, arcivescovo di San Paolo. Anche l’arcivescovo di Manaus, dom Leonardo Steiner, ha ricevuto una chiamata dal Santo Padre. Tutte le volte il Papa ha mostrato la vicinanza al dramma affrontato dai brasiliani con l’avanzata del coronavirus. È molto forte il legame tra Papa Francesco e questo santuario. Qui nel 2007 si tenne la quinta Conferenza generale dell’episcopato latinoamericano, nella quale l’allora card. Bergoglio ebbe un ruolo centrale. E nel 2013, da Papa, ha visitato Aparecida quando è venuto in Brasile per la Gmg di Rio de Janeiro.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy