Coronavirus Covid-19: mons. Tomasi (Treviso) ai sindaci, “non siete soli nel servizio del bene comune”

“Mi permetto di rubarvi un poco del prezioso tempo che state dedicando – in condizioni di emergenza – alla gestione del bene di tutti, per assicurarvi la mia vicinanza, il mio sostegno, la mia preghiera”. Così il vescovo di Treviso, mons. Michele Tomasi, in una lettera indirizzata a tutti i sindaci, gli amministratori e i rappresentanti politici eletti nel territorio della diocesi di Treviso, per ringraziarli del loro impegno in questo tempo di emergenza sanitaria per il coronavirus e per fare loro gli auguri per la prossima Pasqua. “Il bene comune – ricorda il vescovo – non consiste nella semplice somma dei beni particolari dei vari soggetti sociali, ma esso è di tutti e di ciascuno, indivisibile, e solamente insieme è possibile raggiungerlo, accrescerlo e custodirlo, anche in vista del futuro”. La preghiera del presule perché “questa fase di emergenza passi presto”. “Anche dopo la graduale rimozione delle attuali limitazioni saremo però chiamati ad affrontare sfide grandi ed impegnative. Non sarete soli nell’affrontarle – assicura mons. Tomasi -, ci saranno al vostro fianco le comunità cristiane, come tutte quelle forze del Terzo settore, del volontariato e della società civile che costituiscono la ricchezza del nostro tessuto sociale e civile. L’aiuto di tutti saprà alimentare la speranza”. Infine, l’augurio che “la forza che viene dal Signore Risorto possa sostenervi e accompagnarvi”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy