Diritti umani: rilascio provvisorio per Nasrin Sotoudeh, avvocatessa iraniana. Sassoli, “non dovrebbe essere in carcere”

“Accolgo con favore il rilascio temporaneo di Nasrin Sotoudeh, avvocatessa iraniano per i diritti umani e vincitore del premio Sakharov”. È David Sassoli a commentare la notizia della libertà provvisoria per Sotoudeh, che vinse il premio dell’Europarlamento nel 2012. Subito aggiunge su Twitter: “Spero che il suo rilascio venga reso permanente. Nessuno dovrebbe essere incarcerato per aver difeso i diritti umani fondamentali”. La donna è in carcere da due anni; nelle ultime sei settimane aveva attuato uno sciopero della fame per protestare contro le rigide misure attuate nelle carceri del suo Paese.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa

Informativa sulla Privacy