Politica: Conte, “governo aperto al confronto, sindacati non possono lamentare uno scarso dialogo”

“I sindacati non possono lamentare uno scarso dialogo con il governo. Li abbiamo incontrati tante volte e, personalmente, lo faccio convintamente”. Così il presidente del Consiglio dei ministri, Giuseppe Conte, incontrando la stampa ad Algeri dove ha incontrato Abdelmadjid Tebboune e Abdelaziz Djerad, rispettivamente presidente e primo ministro della Repubblica Algerina democratica e popolare.
Relativamente alla minaccia di scioperi arrivata oggi dal segretario generale della Cgil, Maurizio Landini, nel caso non dovessero arrivare i risultati sperati dall’interlocuzione dei sindacati con il governo, il premier ha precisato che i vertici con le organizzazioni sindacali sono affrontati da parte dell’Esecutivo “non soltanto per ribadire il punto di vista del governo ma anche per ascoltare le loro posizioni. È un confronto, questo non significa che accogliamo tutte le proposte che ci vengono fatte”. “I sindacati – ha aggiunto – possono stare tranquilli che nel governo troveranno sempre un interlocutore disposto al dialogo, a confrontarsi e, se del caso, anche a migliorare le proposte che mette sul tavolo alla luce del confronto che ne deriva”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy