Ebrei: nomina “coordinatore nazionale lotta contro l’antisemitismo”. Di Segni (Ucei), “segnale forte” per “questa minaccia crescente”

“Si tratta di un intervento necessario, che sarà di fondamentale supporto nella lotta a questa minaccia crescente che mette in pericolo non solo le comunità ebraiche, radice storica di questo Paese, protagoniste delle sue vicende da oltre due millenni, ma l’insieme della collettività. In questo senso si va ad agire per risolvere un problema di tutti, non solo di pochi cittadini”. Così la presidente dell’Unione delle Comunità ebraiche italiane (Ucei), Noemi Di Segni, commenta questa mattina la nomina di un coordinatore nazionale per la lotta contro l’antisemitismo, designato dalla Presidenza del Consiglio dei ministri nella figura di Milena Santerini. “L’Italia – aggiunge – va a colmare un vuoto significativo allineandosi a quanto fatto da Germania, Francia, Regno Unito e altri Paesi sulla base delle diverse risoluzioni europee”. E conclude: “Serviva un segnale forte. La scelta della professoressa Santerini, figura autorevole e da anni impegnata in questo ambito, va in questa direzione. Conosce bene la sfida che ci attende, assieme a tutte le istituzioni con cui si andrà a operare. Al presidente Conte e al governo va tutto il nostro apprezzamento per l’impegno assunto. Adesso è imperativo un lavoro sulle norme e il rafforzamento dei percorsi didattici ed educativi”.

 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo