Forum economico mondiale: Davos “villaggio globale” con 3mila partecipanti da 117 Paesi. Inaugura Ursula von der Leyen

È arrivato alla 50ª edizione il Forum economico mondiale (World Economic Forum, https://www.weforum.org/events/world-economic-forum-annual-meeting-2020) di Davos, che dal 21 al 24 gennaio trasformerà il villaggio delle Alpi elvetiche in un “villaggio globale” in cui i leader economici dialogheranno con i leader politici e la società civile, come ha spiegato il fondatore del Forum Klaus Schwab, nella conferenza stampa di presentazione dell’evento. Per questa tornata sono stati scelti sette grandi temi: “Futuri sani”, “Come salvare il pianeta”, “Imprese migliori”, “Oltre la geopolitica”, “Economie più eque”, “Tecnologie per il bene” “La società e il futuro del lavoro”, su cui si confronteranno gli oltre 700 relatori. Alla vigilia dell’inizio dei lavori (20 gennaio) sarà Ursula von der Leyen, presidente della Commissione europea, a intervenire all’evento celebrativo del cinquantenario. Dopo di lei, Marin Alsop dirigerà un concerto dell’Orchestra giovanile europea. Ma l’edizione del 2020, sempre secondo Schwab, vuole imprimere una accelerazione nella “responsabilità del business” di fronte alle grandi sfide contemporanee e chiederà ai partecipanti un impegno concreto nel senso di “un mondo coeso e sostenibile”. A Davos ci saranno 3mila partecipanti da 117 Paesi, 1.700 business leader, governi di 85 Paesi, 50 leader della società civile e delle religioni, 53 capi di Stato e di governo, leader del G20 (incluso Donald Trump), 34 responsabili di organizzazioni internazionali (Antonio Guterrez, Onu, in testa). Si potranno seguire 210 incontri anche in webstreaming.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy