Mons. Baturi segretario generale Cei: Fism, “auguri di buon lavoro a servizio delle Chiese che sono in Italia e delle realtà educative di ispirazione cristiana”

Nell’Ufficio di Presidenza della Fism, che esprime quasi novemila realtà educative frequentate da cinquecentomila bambine e bambini e oltre quarantamila insegnanti e addetti, la notizia della nomina dell’arcivescovo di Cagliari, mons. Giuseppe Baturi, a nuovo segretario generale della Cei, è stata accolta “con grande soddisfazione”.
Accompagnate dai ringraziamenti al segretario uscente, mons. Stefano Russo, per lo stile manifestato durante il suo mandato, espressioni augurali sono state subito formulate “a nome di tutta la Fism” dal suo presidente nazionale, Giampiero Redaelli. “Caro mons. Baturi, ci permetta di esprimerle le nostre più sentite congratulazioni per la sua nomina, da parte del Santo Padre, a segretario generale della Conferenza episcopale italiana, e, al contempo di manifestarle gli auguri di buon lavoro a servizio – come lei stesso oggi ha detto – delle Chiese che sono in Italia, delle quali la Cei è figura concreta di unità”.
“Assicurandole la nostra assidua preghiera e piena vicinanza, le chiediamo inoltre di continuare a manifestarci l’attenzione già in precedenza dimostrata – prosegue la nota – ad esempio tenendo la relazione introduttiva al nostro seminario nazionale del 2019 in collaborazione con la Facoltà di diritto canonico San Pio X di Venezia e l’Osservatorio giuridico legislativo del Triveneto, a proposito dei soggetti scolastici di ispirazione cristiana alle prese con la riforma del Terzo settore”.
Si tratta, conclude la Fism, “di un percorso tuttora aperto, al quale le precedenti esperienze di mons. Baturi nella Segreteria generale, come direttore dell’Ufficio giuridico e sottosegretario, insieme a quelle linee concordate con il presidente Cei, il card. Matteo Zuppi, potranno offrire attese e preziose indicazioni”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy