Afghanistan: Unicef, al via campagna antipolio per 9,9 milioni di bambini

Questa settimana inizia in Afghanistan la prima campagna nazionale di vaccinazione antipolio per il 2022 con l’obiettivo di raggiungere 9,9 milioni di bambini tra 0 e 59 mesi. Nella campagna dello scorso novembre 2021, sono state somministrate vaccinazioni a 8,5 milioni di bambini sotto i 5 anni, mentre in quella di dicembre sono stati vaccinati oltre 8 milioni di bambini. Il 2021 è stato l’anno con la più bassa trasmissione di polio in Afghanistan, fornendo un’opportunità senza precedenti per interrompere la trasmissione del poliovirus selvaggio e raggiungere l’eradicazione. Sono stati riportati 4 casi di poliovirus selvaggio di tipo 1: il primo, nella provincia di Ghazni a gennaio, e 3 nella provincia di Kunduz a ottobre e novembre. In risposta al rilevamento di tre casi di poliovirus selvaggio di tipo 1 a Kunduz all’inizio di questo mese, il programma contro la polio ha anche condotto una terza campagna di risposta ai casi in sette province per fermare l’epidemia e proteggere i bambini da questa malattia paralizzante ma prevenibile. L’Afghanistan si sta avvicinando all’eradicazione. Vaccinare ogni bambino con dosi multiple di vaccino antipolio è l’unica strada per interrompere la circolazione del virus nel Paese. “L’Unicef è impegnato a garantire che tutti i bambini in Afghanistan siano protetti dalla polio e altre malattie prevenibili con i vaccini”, ha dichiarato Alice Akunga, rappresentante Unicef ad interim. Gli operatori in prima linea continuano a giocare un ruolo fondamentale in ogni campagna di vaccinazione. Il programma antipolio chiede a tutti i leader, gli stakeholder e le comunità di salvaguardare gli operatori in prima linea per il successo della campagna.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy