Mondiali sport invernali paralimpici: Lillehammer, Italia subito protagonista all’esordio con l’argento di Romele nello sci nordico

(foto Fisip/Mauro Ujetto)

Sono iniziati oggi a Lilleammer e proseguiranno fino al 23 gennaio, i Mondiali di sport invernali paralimpici che, per la prima volta, raggruppano tutte tre le discipline, snowboard, sci nordico e sci alpino, che mettono in palio 87 medaglie d’oro in totale. Inizia bene l’Italia nello sci nordico con Giuseppe Romele, della Polisportiva disabili Valcamonica, che si aggiudica l’argento nella middle distance di sci di fondo categoria Sitting, segnando così la prima medaglia azzurra grazie al secondo posto sulla 10 km percorsa in 31’52’’7, dietro al russo Ivan Golubkov di 31”7 e distaccando l’altro russo Danila Britik di 2’21”3. Nella categoria Standing, sedicesimo posto per Cristian Toninelli (46’09”8), in una gara vinta dal russo Lekomtsev (36’05”7), davanti al polacco Skupien (41’14”9) e al russo Pronkov (41’17”1). Responsabili del gruppo sono l’allenatore Duilio Friz, lo skiman/allenatore Antonello Brao, il preparatore atletico Paolo Marchetti e il fisioterapista Mattia Lovera. Nel double banked slalom, due rider azzurri su quattro hanno centrato l’accesso ai quarti di finale di domani, e sono Jacopo Luchini qualificatosi terzo, che affronterà lo statunitense Colby Fields, e Riccardo Cardani quinto, che dovrà gareggiare con il britannico James Barnes-Miller. Non hanno superato le fasi eliminatorie Paolo Priolo e Mirko Moro. Rinviata a domani la prima giornata dello sci alpino a causa delle alte temperature che rendevano la neve troppo farinosa, con l’esordio mondiale per Federico Pelizzari. Il nuovo programma prevede la discesa domani, il superG sabato, domenica giorno di riposo, lunedì la supercombinata e poi un altro giorno di riposo prima delle prove tecniche. Nello sci alpino, la squadra è composta da Renè De Silvestro (Sitting), Davide Bendotti (Standing), Federico Pelizzari (Standing) e Chiara Mazzel (Visually Impaired) con la sua guida Fabrizio Casal. Lo staff è composto da Davide Gros (allenatore responsabile), Elena Ricaldone (allenatrice), Ugo Orsanelli (skiman), Manuele Lambiase (preparatore atletico) ed Elena Semplici (fisioterapista). Attualmente ai box, invece, il portabandiera italiano ai Giochi cinesi Giacomo Bertagnolli, così come la friulana Martina Vozza, in seguito alla positività del tampone anti-Covid pre-partenza. Se dovessero negativizzarsi nei prossimi giorni, entrambi potrebbero ancora sperare di raggiungere la Norvegia per la seconda parte della rassegna, così come il fondista Michele Biglione, costretto a fermarsi per la stessa ragione. Nello snowboard azzurro grandi speranze sono riposte su Jacopo Luchini, in testa alla classifica generale Upper Limb di Coppa del mondo, Mirko Moro che è salito volte sul podio in banked slalom lo scorso dicembre, Riccardo Cardani e Paolo Priolo, che hanno sfiorato i tre gradini in Coppa del Mondo proprio quest’inverno. Lo staff è composto da Igor Confortin (allenatore responsabile), Paolo Di Pietro (allenatore/fisioterapista), Jacopo Piccardi (preparatore atletico/mental coach) e Riccardo De Zanna (skiman).

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy