Afghanistan: Iacomini (Unicef Italia), “è emergenza umanitaria. Una ragazza su tre sposa prima dei 18 anni”

“L’emergenza umanitaria in Afghanistan è il tema reale da cui partire per affrontare la complessità della situazione”. Lo dichiara Andrea Iacomini, portavoce dell’Unicef Italia. “Esiste da sempre come tutti sanno anche un serio problema legato ai diritti delle bambine. In Afghanistan infatti una ragazza su tre si sposa prima di aver compiuto i 18 anni”, prosegue. “Si tratta di una grave discriminazione di genere, che incoraggia la gravidanza prematura e nel Paese dà la preferenza all’istruzione dei ragazzi. Il matrimonio precoce è però anche una strategia per la sopravvivenza economica poiché le famiglie danno in sposa le loro figlie per ridurre il loro onere economico”. Per questo, conclude il portavoce Unicef, “è necessario venire incontro d’urgenza alle esigenze di 18 milioni di persone, la metà bambine e bambini, che vivono in condizioni di estrema difficoltà”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy