Papa Francesco: a religiosi America latina e Caraibi, “la gioia è la migliore testimonianza che possiamo offrire”

“Entrare nel santo popolo fedele di Dio, rispettare il santo popolo fedele di Dio, evangelizzare, testimoniare, e lasciare il resto allo Spirito Santo”. Questa la via indicata da Papa Francesco nel suo videomessaggio ai partecipanti al congresso virtuale della Vita religiosa dell’America Latina e dei Caraibi, convocato dalla Clar, sul tema: “Verso una vita religiosa intercongregazionale, interculturale e itinerante”. “Per aiutarvi a raggiungere l’obiettivo che vi siete prefissi – osserva il Pontefice -, vorrei ricordarvi che la gioia, l’espressione più alta della vita in Cristo, è la migliore testimonianza che possiamo offrire al santo popolo fedele di Dio, che siamo chiamati a servire e ad accompagnare nel suo pellegrinaggio verso l’incontro con il Padre”.
Una gioia, “in più forme”, quella indicata da Francesco: “Pace, gioia, senso dell’umorismo”. “Per favore, chiedete questa grazia”, aggiunge il Papa. Che rivela: “Nell’esortazione sulla santità ho voluto mettere di proposito un capitolo sul senso dell’umorismo. È così triste vedere uomini e donne consacrati che non hanno senso dell’umorismo, che prendono tutto sul serio. Per favore. Stare con Gesù è essere gioiosi, è anche avere la capacità di questo senso dell’umorismo che dà la santità”. Infine, la preghiera affinché “siate sempre uomini e donne di incontro e di fraternità”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy