Incendi boschivi: Protezione civile, ieri 33 richieste di intervento aereo

Ieri “il Sistema di Protezione civile è stato impegnato nelle intense operazioni di spegnimento dei numerosi incendi boschivi al Centro-Sud. Attivati a seguito della dichiarazione di mobilitazione, 70 volontari sono operativi in Calabria dall’8 agosto e 150 in Sicilia dal 31 luglio. Le squadre antincendio mobilitate sono impegnate, a fianco dei team locali e della flotta aerea dello Stato, nelle attività di pattugliamento, spegnimento dei roghi e supporto alla popolazione”. Così una nota diffusa ieri sera dal Dipartimento della Protezione civile.
Secondo i dati disponibili alle ore 18.30 di ieri, sono state “33 le richieste di concorso aereo ricevute dal Centro operativo aereo unificato (Coau) – che hanno visto impegnati gli equipaggi dei canadair e degli elicotteri coordinati dal Dipartimento della Protezione civile – di cui 9 dalla Sicilia, 9 dalla Calabria, 6 dal Lazio, 5 dalla Campania, 2 Sardegna, una dalla Puglia e una dalla Basilicata”. Ieri sera, alle 18,30, nonostante l’impiego di tutta la flotta, a un rogo non era stato possibile assegnare mezzi aerei ma le operazioni sono andate avanti via terra.
A supporto della flotta aerea dello Stato nel pomeriggio di ieri “in Calabria hanno operato anche 3 canadair francesi, attivati grazie al Meccanismo europeo di Protezione civile”.
L’intenso lavoro svolto dai piloti della flotta antincendio dello Stato ha permesso di mettere sotto controllo o spegnere, fino alle 18,30 di ieri, 12 roghi. Le attività di lancio di acqua e liquido ritardante ed estinguente sono proseguite finché le condizioni di luce hanno consentito di operare in sicurezza.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy