Germania: mons Bätzing (presidente vescovi), le dimissioni del card. Marx mostrano “che deve continuare il cammino sinodale intrapreso”

“Mi dispiace che il card. Marx abbia deciso di fare questo passo. Allo stesso tempo, prendo questa decisione con grande rispetto”: lo scrive il presidente dei vescovi tedeschi, mons. Georg Bätzing, commentando la notizia delle dimissioni del card. Marx, decisione di cui Bätzing era stato informato nei giorni scorsi dal cardinale stesso. “Nella Conferenza episcopale il card. Marx è uno dei pilastri portanti, è ancora necessario”: di qui il dispiacere. Allo stesso tempo, spiega il presidente dei vescovi tedeschi, il cardinale “vuole dare l’esempio e assumersi in prima persona la responsabilità istituzionale” in relazione ai casi di abuso sessuale e al loro insabbiamento. “Una revisione puramente giuridica e modifiche amministrative non bastano”, continua mons. Bätzing, e, nonostante la risposta personale del card. Marx con questo gesto, “la Conferenza episcopale tedesca e le diocesi devono continuare ad assumersi le proprie responsabilità per portare avanti il cammino intrapreso nel 2010 per affrontare i casi di abusi sessuali”. “Comprendo la decisione del card. Marx”, conclude il presidente dei vescovi; le sue dimissioni mostrano “che la Chiesa in Germania deve continuare il cammino sinodale intrapreso”. È desiderio dello stesso Papa Francesco che “la sinodalità e il cammino sinodale siano il tratto distintivo di tutta la Chiesa”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa

Informativa sulla Privacy