Primo maggio: Cerignola, festa di San Giuseppe lavoratore con messa presieduta dal vescovo Renna

“E al popolo stava a cuore il lavoro” (Ne 3,38) è il titolo del Messaggio pubblicato dalla Commissione episcopale per i problemi sociali e il lavoro, la giustizia e la pace della Cei per il 1° maggio, festa di San Giuseppe lavoratore, che sarà celebrata anche nella diocesi di Cerignola-Ascoli Satriano. L’appuntamento, organizzato dall’Ufficio diocesano per i problemi sociali e il lavoro, si terrà il prossimo 1° maggio con inizio alle ore 10. La messa sarà celebrata dal vescovo Luigi Renna nella chiesa parrocchiale di San Giuseppe, sita a Borgo Tressanti, in agro di Cerignola. “Nulla ci distolga dall’attenzione verso i lavoratori ‒ scrivono i vescovi ‒. Parafrasando un celebre brano di ‘Gaudium et spes’, le gioie e le speranze, le tristezze e le angosce del mondo del lavoro, dei poveri soprattutto e di coloro che soffrono, sono i sentimenti dei discepoli di Cristo Signore. Condividiamo le preoccupazioni, ma ci facciamo carico di sostenere nuove forme di imprenditorialità e di cura. Se ‘tutto è connesso’ (LS 117), lo è anche la Chiesa italiana con la sorte dei propri figli che lavorano o soffrono la mancanza di lavoro. Ci stanno a cuore”. Alla celebrazione parteciperanno le delegazioni di Cisl, Uil Cgil, Cia, Confagricoltura, Coldiretti, Gal Piana del Tavoliere, Cnos Fap Cerignola.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy