Poste vaticane: un francobollo per sant’Antonio di Padova nell’ottavo centenario del suo arrivo in Italia

Il Servizio Poste e Filatelia della Città del Vaticano dedica agli anniversari antoniani del 2020-2022 un Foglietto filatelico e annullo postale speciale “die emissionis”, disponibili dal 25 maggio. Il Foglietto e l’annullo rielaborano la grafica del progetto “Antonio 20-22”. Il nuovo francobollo – informa il Messaggero di Sant’Antonio – raffigura sant’Antonio con il Bambino Gesù e il giglio in mano, ma anche con il bastone da pellegrino e la bisaccia in spalla. L’occasione sono gli 800 anni dall’arrivo del Santo in Italia. La nuova emissione, di cui oggi è stata svelata l’immagine, opera dell’artista Bimba Landamann, e di cui sono state diffuse le specifiche è un francobollo del valore di 2,40 euro inserito in un Foglietto filatelico che rappresenta il cammino di risalita dell’Italia compiuto da frate Antonio. Nella mappa si riconosce Capo Milazzo, luogo del naufragio all’inizio della primavera del 1221; Messina, dove il giovane francescano venne accolto; Assisi, dove il 30 maggio dello stesso anno incontrò per la prima volta san Francesco; Padova, che ne custodisce la memoria e le spoglie mortali. Un cammino che il progetto Antonio 20-22 per la celebrazione del triennio di anniversari antoniani ripercorrerà a piedi a staffetta nella primavera 2022, ma che è già protagonista di alcuni eventi in presenza e on line in questi mesi, con l’iniziativa Sulla strada di Antonio. Frate Antonio, si legge nel comunicato vaticano, «animato dallo Spirito, si è fatto conoscere e apprezzare come grande uomo di Vangelo e carità, amico di Dio e amico degli uomini, soprattutto dei più poveri, tanto da rimanere ancora oggi nel cuore di tutti, conosciuto in ogni angolo del mondo con il nome di Sant’Antonio di Padova”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy