Coronavirus Covid-19: in Italia somministrate oltre 15,1 milioni di dosi, vaccinate quasi 4,5 milioni di persone

Stando al report sui vaccini anti Covid-19, in Italia sono 15.243.980 le somministrazioni eseguite. Dai dati, aggiornati a questa mattina, emerge che sono 4.468.690 le persone a cui sono state somministrate la prima e la seconda dose di vaccino necessarie per la immunizzazione.
In totale sono 8.853.991 le somministrazioni a donne e 6.389.989 quelle a uomini. Se si considerano le categorie, sono 3.210.629 le somministrazioni tra gli operatori sanitari e socio-sanitari, 535.371 tra il personale non sanitario, 612.680 tra gli ospiti di strutture residenziali, 5.142.580 tra gli over 80, 237.725 tra gli appartenenti alle Forze armate, 1.134.544 tra il personale scolastico a cui si aggiungono 4.370.451 somministrazioni catalogate come “altro”. La fascia d’età che vede più persone sottoposte a somministrazione è quella tra gli 80-89 anni (4.428.986 somministrazioni) seguita da quella dei 70-79 (1.945.438); complessivamente le somministrazioni agli over 60 sono 8.876.877.
Rispetto alle 17.323.080 dosi finora disponibili in tutta Italia (11.845.080 di Pfizer/BioNTech, 4.157.600 di AstraZeneca e 1.320.400 di Moderna), ne sono state inoculate l’88%. Il Veneto presenta il maggior rapporto tra somministrazioni e dosi fin qui consegnate con il 92,6%. Seguono Umbria (92,4%) e Puglia (91,7%). La Regione che ha fatto registrare il numero maggiore di somministrazioni (2.390.187) in termini assoluti è la Lombardia, davanti a Lazio (1.502.789) e Veneto (1.307.796).
Per quanto riguarda le somministrazioni effettuate, in tutto il mese di gennaio sono state in totale 1.974.019 a fronte di 2.361.793 effettuate a febbraio e di 5.944.054 a marzo. Nel mese di aprile – secondo i dati disponibili al momento – sono state 4.924.316 le somministrazioni totali che hanno riguardato 3.681.020 prime dosi e 1.243.296 seconde dosi.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy