Coronavirus Covid-19: Università Cattolica, 41° Instant Report Altems. In Italia vaccinate ad oggi 1.348.819 persone, il 26% del target fissato entro il 31 marzo dall’Ue

In Italia ad oggi sono state vaccinate  (con somministrazione della prima e seconda dose di vaccino) 1.348.819 persone, il 26,34% dell’obiettivo di 5,1 milioni da raggiungere al 31 marzo 2021 in riferimento al target fissato dall’Ecdc (European Center for Diseases Prevention and Control) in riferimento alla data del 31 marzo 2021, data in cui l’Ue chiede ai Paesi membri di raggiungere l’obiettivo dell’80% di persone vaccinate (operatori sanitari e sociosanitari e persone con più di 80 anni). Lo rivela la 41ª puntata dell’Instant Report Covid-19, iniziativa dell’Alta scuola di economia e management dei sistemi sanitari (Altems) dell’Università Cattolica di confronto sistematico sull’andamento della diffusione del Sars-CoV-2 a livello nazionale, diffusa oggi.
L’indicatore mostra inoltre la percentuale di dosi di vaccino somministrate agli over 80 anni rispetto alla popolazione residente con età maggiore di 80 anni in ogni regione italiana. Dal grafico risulta che la P.A. di Bolzano ha vaccinato più del 40% degli over 80; la P.A di Trento, la Valle d’Aosta e il Lazio sono le regioni in cui si raggiungono valori intorno al 20%. Molise e Toscana sono le regioni che hanno somministrato meno dosi alla popolazione over 80 anni.
Per quanto riguarda il rapporto tra vaccinazioni effettuate e punti vaccinali, il valore più alto dell’indicatore si registra in Veneto, dove ciascun punto di somministrazione ha effettuato circa 42.147 vaccini. Valori alti anche in Emilia Romagna (25.851), Toscana (21.572), Friuli Venezia Giulia (18.950) e Puglia (17.843). Al contrario il suddetto indicatore rivela un basso rapporto tra vaccini inoculati e punti di somministrazione in Basilicata (6.400) ed in Valle D’Aosta (5.777).

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo

Informativa sulla Privacy