Papa Francesco: a partecipanti Forum Ambrosetti, “Europa sia protagonista per uscire dalle strettoie del paradigma tecnocratico”

“Oggi più che mai l’Europa è chiamata ad essere protagonista in questo sforzo creativo per uscire dalle strettoie del paradigma tecnocratico, esteso alla politica e all’economia”. Così il Papa, nel messaggio inviato ai partecipanti al Forum di European House-Ambrosetti, appoggia l’organizzazione di “un’agenda per l’Europa” messa in cantiere dagli economisti riuniti fino a domani a Cernobbio. “Questo sforzo creativo è quello della solidarietà, l’unico antidoto contro il virus dell’egoismo, ben più potente del Covid-19”, scrive Francesco: “Se allora si prospettava una solidarietà nella produzione, oggi questa solidarietà va estesa al bene più prezioso: la persona umana. Essa va messa al posto che le spetta, cioè al centro dell’educazione, della sanità, delle politiche sociali ed economiche. Essa va accolta, protetta, accompagnata e integrata quando, in cerca di un futuro di speranza, bussa alle nostre porte. La città del futuro sarà anche al centro delle vostre riflessioni”. “Non è un caso se, nella Bibbia, il destino dell’umanità trova il suo compimento in una città, la Gerusalemme celeste descritta dal libro dell’Apocalisse”, fa notare il Papa: “Una città di pace, come indica il suo nome, le cui porte sono sempre aperte a tutti i popoli; città a misura d’uomo, bella e splendente; città dalle molteplici sorgenti e alberi; città accogliente, dove malattia e morte sono sconfitte. Questa meta altissima può mobilitare le migliori energie dell’umanità nella costruzione di un mondo migliore”. Di qui l’invito ad “alzare lo sguardo e ad avere ideali alti e grandi aspirazioni”, per “costruire modalità nuove di intendere l’economia e il progresso, combattendo ogni emarginazione, proponendo nuovi stili di vita, dando voce a chi non ne ha”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy