Decreto Rilancio: Agevolando, bene approvazione emendamento che facilita accesso a lavoro per i care leaver

L’associazione “Agevolando”, che rappresenta centinaia di care leaver in Italia, esprime soddisfazione per l’approvazione, questa mattina in Commissione Bilancio, di un emendamento al Decreto Rilancio che permetterà ai giovani cresciuti in comunità, affido e casa-famiglia di accedere al mondo del lavoro con modalità agevolate. L’emendamento, approvato grazie all’impegno della deputata trentina Emanuela Rossini, prevede infatti che la quota di riserva all’articolo 18, comma 2, della legge 12 marzo 1999 n. 68, sia attribuibile anche a chi, al compimento della maggiore età, vive fuori dalla famiglia di origine sulla base di un provvedimento dell’autorità giudiziaria. In sintesi, tutti i datori di lavoro pubblici e privati con più di 50 dipendenti, che per legge sono tenuti ad avere alle loro dipendenze una percentuale di lavoratori appartenenti a determinate categorie, potranno assumere con le stesse modalità agevolate del collocamento mirato anche i ragazzi e le ragazze care leaver, cioè tutti quei giovani cresciuti in comunità, casa-famiglia o affido. Una novità importante, che da tanti anni auspicava anche l’associazione. “Oggi è un grande giorno – il commento del presidente di Agevolando, Federico Zullo –. Le cose da fare per questi ragazzi sono tante, per questo a volte serve procedere per passi come questo, valorizzando anche le norme già esistenti. Ringraziamo l’onorevole Rossini per il tenace e incessante impegno. Siamo felici che questa istanza sia stata accolta”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy