Coronavirus Covid-19: sospese le celebrazioni delle messe con i fedeli a Panama e a Puebla, l’arcidiocesi più colpita del Messico

Nell’arcidiocesi di Panama, di fronte alla nuova ondata del Covid-19, le messe alla presenza di fedeli sono sospese per 15 giorni, dal 1° gennaio al 15 gennaio 2021, a causa della quarantena. Lo comunica l’ufficio stampa dell’arcidiocesi, il quale aggiunge che “sacerdoti e parroci sono invitati a divulgare i giorni e gli orari delle messe che celebreranno e trasmetteranno virtualmente”. Intanto, le chiese dell’arcidiocesi saranno a disposizione per ricevere e custodire le ceneri dei fedeli defunti, fino a quando non saranno compiuti i servizi funebri. I contagi accertati nel Paese dell’istmo sono finora stati circa 240mila, con circa 4mila morti. Numeri che pongono Panama al primo posto in America centrale, davanti a Costa Rica e Guatemala. Anche il Messico (dove ieri ci sono state oltre 900 vittime) è alle prese in molte zone con la seconda ondata e in varie diocesi è stata sospesa la celebrazione delle messe. Ciò accade in particolare nell’arcidiocesi di Puebla, dove le celebrazioni sono sospese fino all’11 gennaio. Puebla è l’arcidiocesi del paese che ha finora registrato il maggior numero di sacerdoti e religiosi deceduti, 14 secondo i dati aggiornati allo scorso 14 dicembre.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy