This content is available in English

Polonia: plenaria dei vescovi sulle sfide pastorali, i cambiamenti culturali e la voce della Chiesa nell’ambito socio-politico

Le sfide pastorali della Chiesa in Polonia e lo stato dell’arte del documento sulla formazione al sacerdozio “Ratio institutionis sacerdotalis pro Polonia”, sono le due questioni chiave discusse nel corso della 387ª sessione plenaria della Conferenza episcopale polacca, il 5 e il 6 ottobre a Łódź e a Pabianice. I presuli hanno ricordato che la sollecitudine per le coppie unite in matrimonio e per le famiglie costituisce il tema prioritario della pastorale e affermano che “il matrimonio basato sull’amore, sostegno reciproco, rinforzato dalla grazia e aperto alla vita crea l’ambiente naturale per la crescita ed è un dono per la Chiesa e per la società”. La plenaria si è svolta in una modalità nuova – in cinque gruppi di lavoro – i cui partecipanti hanno approfondito le tematiche seguenti: le strategie durante e dopo la pandemia; la Chiesa in Polonia e i cambiamenti culturali; la presenza della Chiesa nello spazio socio-politico; la comunicazione della Chiesa; la pastorale parrocchiale nel contesto delle trasformazioni in atto.
L’incontro, in prossimità delle celebrazioni del centenario dell’istituzione dell’arcidiocesi di Łódź, è stato preceduto dalla presentazione della terza lettera enciclica di Papa Francesco “Fratelli tutti” dedicata alla fratellanza e all’amicizia sociale. “Seguendo il Santo Padre, i vescovi hanno lanciato l’appello ad avviare azioni concrete per costruire un mondo basato sull’amore, sull’unità e sulla reciproca responsabilità nei confronti di ogni uomo”, recita il comunicato finale della plenaria.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy