Diocesi: Savona, Ivano Perata e Salvatore D’Angelo ordinati diaconi permanenti

Nel pomeriggio di ieri, domenica 20 novembre, nella cattedrale Nostra Signora Assunta di Savona, il vescovo Calogero Marino ha ordinato diaconi permanenti Ivano Perata, responsabile dell’Oratorio Salesiano “Don Bosco” di Varazze, e Salvatore D’Angelo, collaboratore della parrocchia San Paolo Apostolo. Il rito si è tenuto nel giorno della solennità di Nostro Signore Gesù Cristo Re dell’Universo, che ha concluso il tempo ordinario. “Oggi la Chiesa di Savona è in festa – ha detto mons. Marino durante l’omelia, rivolgendosi ad entrambi -. Con voi ringrazio le vostre spose, che vi sono state sempre vicine in questi anni; sono qui anche i vostri figli e le vostre comunità di appartenenza: è davvero una festa che coinvolge tanti. Non abbiamo scelto per caso questo giorno per il vostro diaconato. La liturgia ci invita infatti a contemplare la regalità crocifissa di Gesù, servo per amore, ed è guardando Lui, che ‘non ritenne un privilegio l’essere come Dio, ma svuotò se stesso assumendo una condizione di servo’ (Fil 2,7), che possiamo imparare la diaconia”.
Il vescovo ha poi ricordato che la vocazione dei diaconi permanenti richiama il servizio: “Ne siete i custodi – ha spiegato -. Servi, perché tutta la Chiesa non dimentichi di essere povera e serva secondo il sogno di Dio”. Infine, mons. Marino ha espresso la speranza di “poter ordinare nei prossimi anni numerosi diaconi permanenti, perché non sono figure sfumate, mezzi preti e mezzi laici, ma uomini che alla sequela di Cristo fanno dono nel servizio della propria vita”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy