Diocesi: Grosseto, una messa col vescovo Cetoloni per i 60 anni della Madonna degli Scout sul monte Amiata

Era il 9 luglio 1961 quando padre Ugolino Vagnuzzi, frate francescano della Toscana scomparso nel 2018, insieme al gruppo Grosseto 1 degli Scout, in collaborazione con la Macchia Faggeta, innalzava su uno sperone di roccia sulla vetta del monte Amiata la statua della Madonna degli Scout. Quest’anno ricorrono, dunque, i 60 anni da quella impresa. Per questo nel pomeriggio di oggi, sabato 12 giugno, alle 16.30, il vescovo di Grosseto, mons. Rodolfo Cetoloni, salirà sulla vetta dell’Amiata insieme agli scout dove celebrerà la Messa presso il monumento a san Giovanni Gualberto. Ci saranno le varie realtà dello scoutismo maremmano, compresi gli adulti del Masci, a cui si deve l’invenzione, oltre trent’anni fa, della marcia di pellegrinaggio a piedi da Grosseto alla vetta, proprio per rendere omaggio alla Madonna degli scout. Per l’occasione è stata anche composta una preghiera riprodotta su delle immaginette che saranno distribuite sabato. “Non so – commenta il vescovo Cetoloni – se oggi qualcuno avrebbe il coraggio di proporre una tale idea e tanto meno se gli avrebbero dato i permessi. Ma proprio per questo abbiamo il dovere di ricordare questo anniversario con un carico di entusiasmo e di gratitudine. Lo sentono in cuore ancora i ‘ragazzi’ di allora: quelli che sono rimasti nel mondo scout (Masci) e non hanno mai lasciato sola lassù la loro Madonnina”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy