Coronavirus Covid-19: don Acri (Casa accoglienza Andria), “adottare una famiglia in difficoltà”

“Il mio appello va soprattutto a quanti hanno le possibilità economiche/finanziarie, affinché adottino una famiglia e garantiscano loro servizi essenziali in questo momento di contingenza economica che, auspichiamo, passi quanto prima”. Lo chiede don Geremia Acri, responsabile della casa di accoglienza “Santa Maria Goretti” della diocesi di Andria. Il suo “grazie”, assieme ai volontari, va a tutti coloro che “continuano a donare quello che possono con lo spirito giusto, quello della con-divisione”. “Ribadisco la necessità di non giudicare chi malauguratamente è caduto in povertà, faremmo il più grande errore in questo tempo sospeso che non risparmia nessuno. Purtroppo non esiste un ‘vaccino’ per la povertà se non la carità e la solidarietà che sole conducono sulla via della resurrezione di ogni persona”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy