Incontro S. Egidio: Minegishi (buddista), “la pena di morte è contro la dignità umana”

“Sono impegnato nel dialogo interreligioso da molto tempo. Credo che i popoli religiosi dovrebbero avere una forte cooperazione tra di loro in modo che tutte le persone, indipendentemente dalle differenti posizioni religiose e culturali, possano essere accettate così come sono nella loro interezza”. Lo ha detto Shoten Minegishi, esponente del buddismo Soto Zen, intervenendo all’incontro internazionale “Nessuno si salva da solo. Pace e fraternità”, promosso dalla Comunità di Sant’Egidio in piazza del Campidoglio, a Roma. “Sono profondamente convinta che la pena di morte è la negazione della dignità umana”, ha proseguito Minegishi, dicendosi “profondamente preoccupata” per il perdurare delle guerre e dei conflitti armati. “Se l’uomo è all’origine della guerra, può anche essere all’origine della pace”, la proposta, a partire alla consapevolezza che il dialogo “può aprire i nostri cuori e avvicinarci gli uni agli altri”, per costruire così “un mondo di fraternità e di pace”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy