Sviluppo sostenibile: Fondazione Centesimus Annus e Università cattolica, domani una giornata di studi su “Etica, educazione e formazione”

L’educazione e la formazione come elementi cruciali per cambiare i comportamenti e costruire un’economia dal “volto umano”: è il tema al centro della giornata di studio internazionale che domani promuove la Fondazione Centesimus Annus Pro Pontifice in collaborazione con l’Università Cattolica del Sacro Cuore. “Ethos, Education and Training: avenues toward equality and ethical behaviors in the digital era”: questo il titolo del convegno della Fondazione vaticana in programma dalle 15 alle 18 nella cripta aula magna dell’Ateneo (Largo Gemelli, 1 – Milano). Tra i relatori, Anna Maria Tarantola, presidente della Fondazione Centesimus Annus, mons. Mario Delpini, arcivescovo di Milano, Ignazio Visco, governatore della Banca d’Italia, mons. Nunzio Galantino, presidente dell’Apsa.
Il convegno rappresenta un momento di confronto per identificare attraverso i tre concetti-chiave dell’etica, dell’educazione e della formazione i possibili percorsi per dare concreta realizzazione a un nuovo modello di sviluppo economico-sociale nell’era digitale per uscire da una crisi persistente e da un sistema che tende sempre di più a favorire la disuguaglianza, l’esclusione, la cultura dello “scarto”. Questo incontro precede altri due grandi eventi che toccheranno tematiche similari: “L’economia di Francesco”, che si svolgerà ad Assisi nel mese di marzo, e il “Patto educativo globale”, che avrà il suo culmine a maggio.
Apriranno i lavori i saluti del rettore dell’Università Cattolica Franco Anelli, le conclusioni del dibattito sono affidate ad Alberto Quadrio Curzio, professore emerito di Economia politica all’Università Cattolica.
L’incontro di domani costituisce il momento di sintesi e di restituzione pubblica di una riflessione a porte chiuse che si tiene oggi in Cattolica, sempre su iniziativa della Fondazione Centesimus Annus, nel corso della quale si confrontano una cinquantina tra rettori, accademici, dirigenti di imprese e istituzioni finanziarie sulle tematiche legate all’educazione e alla formazione quali investimenti strategici per l’elaborazione di nuovi modelli di sviluppo e per colmare il divario delle disuguaglianze. A guidare la riflessione nell’incontro a porte chiuse, mons. Vincenzo Zani, segretario della Congregazione per l’Educazione Cattolica, Isabel Capeloa Gil, presidente della Federazione internazionale delle Università Cattoliche e rettore della Universidade Católica Portuguesa (Ucp), e Gian Maria Gros Pietro, presidente di Intesa Sanpaolo.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy