Sanità e cura: Csvnet, Bergamo proclamata prima Capitale italiana del volontariato. Sabato un convegno, il 2 marzo uno spettacolo

Bergamo è una città in cui il volontariato è di casa: un cittadino su 10 dedica il proprio tempo ad attività solidali e la loro presenza è stata determinante per affrontare l’emergenza sanitaria, di cui il territorio di Bergamo è diventato un simbolo, grazie soprattutto alla capacità di migliaia di associazioni e volontari attivi, di reagire e far fronte ai bisogni della popolazione.
Per questo lo scorso 5 dicembre Bergamo è stata ufficialmente nominata da Csvnet – associazione nazionale dei Centri di servizio per il volontariato, con il patrocinio di Anci – prima Capitale italiana del volontariato. Un riconoscimento voluto dal sistema dei Csv, che ogni anno premierà il lavoro svolto da amministrazioni locali, volontari e cittadini per costruire comunità coese, fondate sul contributo di ciascuno per il bene comune.
Primo evento nazionale legato alle celebrazioni di Bergamo capitale è il convegno “Il volontariato che cambia la sanità. Il tempo della relazione è tempo di cura” in programma sabato 19 febbraio, alle 10, al Centro Congressi Giovanni XXIII di Bergamo in occasione della Giornata nazionale del personale sanitario e del volontariato (che si celebra ogni anno il 20 febbraio). Un’occasione, spiegano i promotori, “per riflettere insieme a tanti ospiti sul ruolo che il volontariato può giocare nei percorsi di cura delle persone”. Offriranno il loro contributo, fra gli altri, il presidente del Csv Bergamo Oscar Bianchi; Andrea Costa (in attesa di conferma) sottosegretario ministero della Salute; il sindaco di Bergamo Giorgio Gori; Luigina Mortari (in collegamento streaming) docente di Filosofia della cura, Università degli studi di Verona; l’attore Giacomo Poretti (in collegamento streaming), Fabrizio Pregliasco (in collegamento streaming) virologo e presidente Anpas; Giuseppe Remuzzi, direttore Istituto Mario Negri e Chiara Tommasini, presidente Csvnet. Mercoledì 2 marzo alle 20.45 all’Auditorium di Loreto andrà in scena lo spettacolo “Chiedimi se sono di turno” di e con Giacomo Poretti. Ingresso gratuito, ma obbligatoria prenotazione online (per informazioni visitare la pagina Facebook della Capitale.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy