Commissione Ue: Vestager, “tecnologia spaziale essenziale per la nostra vita quotidiana e la sicurezza”

(Strasburgo) Nell’ambito della doppia proposta odierna sulla politica dello spazio, la Commissione Ue presenta oggi anzitutto un piano per un sistema di comunicazione sicuro dell’Ue basato sulla tecnologia spaziale che “garantirà la disponibilità a lungo termine di un accesso ininterrotto e a copertura mondiale a servizi di comunicazione via satellite sicuri ed efficaci sotto il profilo dei costi; darà supporto alla protezione delle infrastrutture critiche, alla sorveglianza, alle azioni esterne, alla gestione delle crisi e alle applicazioni che sono essenziali per l’economia, la sicurezza e la difesa degli Stati membri”; permetterà inoltre al settore privato “di erogare servizi commerciali che offrano ai cittadini e alle imprese, ovunque si trovino in Europa, accesso a connessioni avanzate, affidabili e veloci, anche nelle zone morte delle comunicazioni, garantendo la coesione fra Stati membri.
C’è poi la gestione del traffico spaziale. “L’aumento esponenziale del numero di satelliti in orbita, conseguente ai nuovi sviluppi nel campo dei sistemi di lancio riutilizzabili, dei piccoli satelliti e delle iniziative private nello spazio, mette a grave rischio la resilienza e la sicurezza delle risorse spaziali dell’Ue e degli Stati membri. Per salvaguardare la vitalità a lungo termine delle attività spaziali è necessario preservare la sicurezza e la sostenibilità dell’ambiente spaziale”. In questo senso la gestione del traffico spaziale “è una priorità di politica pubblica che impone all’Ue di agire ora, collettivamente e in ambito multilaterale, per garantire un uso sicuro e sostenibile dello spazio per le generazioni future”.
Margrethe Vestager, vicepresidente dell’esecutivo, dichiara: “la tecnologia spaziale è essenziale per la nostra vita quotidiana e la nostra sicurezza. Le iniziative odierne ci assicureranno una connettività sicura ed efficiente in qualsiasi momento, che andrà a vantaggio dei cittadini e delle pubbliche amministrazioni e svolgerà un ruolo fondamentale nella trasformazione digitale dell’Europa. E ci renderà più competitivi”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy