Papa in Slovacchia: conferenza stampa aereo, “il matrimonio è un sacramento”. “Accompagnare” le persone omosessuali, ma “il matrimonio è un’altra cosa”

“Il matrimonio è un sacramento, la Chiesa non ha potere di cambiare i sacramenti così come il Signore li ha istituiti”. A ribadirlo è stato il Papa, rispondendo alle domande dei giornalisti sul volo di ritorno da Bratislava. “Ci sono leggi che cercano di aiutare le situazioni di tanta gente che ha un orientamento sessuale diverso”, ha fatto notare Francesco, secondo quanto riferisce Vatican news: “È importante, gli Stati hanno possibilità civilmente di sostenerli, di dare loro sicurezza di eredità, salute, ecc., non solo per gli omosessuali, ma per tutte le persone che vogliono associarsi. Ma il matrimonio è matrimonio. Questo non vuol dire condannarli, sono fratelli e sorelle nostri, dobbiamo accompagnarli”. “Ci siano leggi civili, per le vedove ad esempio, che vogliano associarsi con una legge per avere servizi”, l’esempio scelto dal Papa: “C’è il Pacs francese, ma niente a che vedere con il matrimonio come sacramento, che è tra un uomo e una donna. Delle volte creano confusione. Sono fratelli e sorelle, tutti uguali. Il Signore è buono, vuole la salvezza di tutti, ma per favore non fare che la Chiesa rinneghi la sua verità. Tante persone di orientamento omosessuale si accostano alla penitenza, chiedono consiglio al sacerdote, la Chiesa li aiuta, ma il sacramento del matrimonio è un’altra cosa”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy