Coronavirus Covid-19: Petralia (Aopi), “costruire un fondo ad hoc per gli ospedali pediatrici per migliorare la qualità delle cure”

“Un fondo ad hoc per gli ospedali pediatrici” per “migliorare le cure ai nostri bambini. E’ significativo quello che già stiamo facendo ma dobbiamo fare di più. Un milione di bambini cronici ha bisogno di cure continue con soli 16 ospedali pediatrici in tutta Italia: tutto questo richiede uno sforzo ulteriore”. Così Paolo Petralia, direttore generale Istituto Gaslini di Genova e presidente Aopi (Associazione ospedali pediatrici italiani), intervenendo oggi alla presentazione, presso il ministero della Salute, del Position paper Aopi su pandemia da Sars-Cov-2 e specificità pediatrica. Il documento, ha spiegato, “elaborato in tempo di Covid e durante l’estate con i nostri 16 ospedali pediatrici, è frutto delle esperienze comuni di questi mesi, raccolte e integrate tra loro per restituire il cammino svolto durante il lockdown e successivamente. Non è un punto di arrivo, ma una base per la riflessione e l’avvio di un sistema di monitoraggio e sperimentazione di nuovi modelli organizzativi che vadano oltre l’orizzonte dell’emergenza”. A questo fine, Aopi propone al Governo di destinare una quota dell’investimento straordinario per il Ssn alla “costruzione di un fondo ad hoc per gli ospedali pediatrici, destinato all’innovazione a sostegno dei setting specifici pediatrici” per “consentire un decisivo avanzamento nella qualità delle cure e dell’assistenza”. “Una volta definito – ha concluso Petralia -, verrà declinato in progettualità operative da concordare a livello nazionale e regionale che, aldilà dell’emergenza Covid-19, consentiranno di far evolvere le cure pediatriche verso un nuovo modello di sviluppo”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy