Diocesi: Como, colletta straordinaria per i progetti missionari in Perù

Si svolgerà sabato 4 e domenica 5 luglio per tutte le comunità della diocesi di Como la colletta straordinaria per finanziare i progetti missionari. Le donazioni saranno impiegate per le parrocchie del Perù in cui sono impegnati. Nelle parrocchie verranno lette anche le preghiere dei fedeli preparate appositamente per questo momento di sensibilizzazione. Per l’iniziativa, il vescovo di Como, mons. Oscar Cantoni, ha indirizzato alla Chiesa diocesana un suo messaggio. “Anch’io ho potuto raggiungere telefonicamente, la settimana scorsa, i nostri tre presbiteri, che mi hanno confermato la situazione drammatica che essi devono affrontare, vista l’accresciuta povertà, originata dal coronavirus – scrive il vescovo –. Con tutte le loro forze si prodigano a vantaggio dei poveri della parrocchia, distribuendo pacchi viveri e generi di conforto, a sostegno anche di quanti sono contagiati. Sappiamo che il Perù, soprattutto la capitale Lima, è uno degli epicentri della pandemia in America Latina”. Un impegno che nasce da una considerazione: “Come Chiesa sorella non possiamo limitarci a considerare pietosamente l’attuale condizione che la diocesi e le parrocchie di Carabayllo stanno attraversando. Sarebbe un facile alibi promettere solamente preghiere! Accanto a queste, che non devono assolutamente mancare, è necessario uno sforzo in più per sostenere i nostri missionari e aiutarli ad essere vicini alla loro gente con atti di solidarietà concreta e operosa”.
Infine, mons. Cantoni ricorda per le famiglie della diocesi in difficoltà la possibilità di un sussidio con il bando “Famiglia e lavoro”. “Anche da noi crescono casi di povertà e le richieste di sostegno sono già giunte ai diversi responsabili in loco”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy