Papa Francesco: udienza, “i compromessi con il mondo sono il pericolo”. “Non scoraggiamoci quando una vita coerente col Vangelo attira le persecuzioni della gente”

(Foto Vatican Media/SIR)

“Non sempre il disprezzo degli uomini è sinonimo di persecuzione: c’è anche un disprezzo che è colpa nostra, quando perdiamo il sapore di Cristo e del Vangelo”. È il monito del Papa, che concludendo con l’udienza di oggi – trasmessa in diretta streaming dalla biblioteca privata del Palazzo apostolico – il ciclo di catechesi sulle Beatitudini ha affermato che proprio il loro “sentiero umile”, è quello “che porta ad essere di Cristo e non del mondo”. “Accogliere il suo Spirito ci può portare ad avere tanto amore nel cuore da offrire la vita per il mondo senza fare compromessi con i suoi inganni e accettandone il rifiuto”, ha spiegato Francesco. “I compromessi con il mondo sono il pericolo”, ha proseguito a braccio: “Il cristiano sempre è tentato di fare compromessi con il mondo, con lo spirito del mondo”. “Rifiutare i compromessi e andare sulla strada di Gesù Cristo”, la ricetta del Papa: “Questa è la vita del Regno dei cieli, la più grande gioia, la vera letizia”. “E poi nelle persecuzioni sempre c’è la presenza di Gesù che ci accompagna, ci consola, e la forza dello Spirito Santo che ci aiuta ad andare avanti”, ha detto Francesco ancora una volta fuori testo: “Non scoraggiamoci quando una vita coerente col Vangelo attira le persecuzioni della gente: c’è lo Spirito che ci sostiene per questa strada”. Il “percorso” citato è quello di San Paolo: “Quando pensava di essere un giusto era di fatto un persecutore, ma quando scoprì di essere un persecutore, divenne un uomo d’amore, che affrontava lietamente le sofferenze della persecuzione che subiva. L’esclusione e la persecuzione, se Dio ce ne accorda la grazia, ci fanno somigliare a Cristo crocifisso e, associandoci alla sua passione, sono la manifestazione della vita nuova. Questa vita è la stessa di Cristo, che per noi uomini e per la nostra salvezza fu disprezzato e reietto dagli uomini”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy