Coronavirus Covid-19: quale futuro per la musica dal vivo? Domani tavola rotonda con gli esperti

La pandemia del coronavirus ha bloccato tutta la musica dal vivo: festival, eventi, tour, tutto è stato rimandato ai prossimi mesi. I più ottimisti, puntano addirittura alla fine dell’estate ma tutto è ancora da verificare. E del futuro della musica dal vivo discuteranno domani Michele Dall’Ongaro, sovrintendente dell’Accademia nazionale di Santa Cecilia, e Francesco Giambrone, sovrintendente del Teatro Massimo di Palermo e presidente dell’Associazione nazionale delle Fondazioni lirico-sinfoniche (Anfols), ospiti del salotto virtuale del Circolo delle Quinte. Una tavola rotonda virtuale in cui discutere della situazione attuale in cui si trovano le Fondazioni lirico-sinfoniche e tutte le realtà che si occupano di musica dal vivo. L’obiettivo è stimolare un dialogo con le realtà e gli operatori del settore per capire, dopo questa pandemia, da dove ripartire e come farlo. Per seguirlo sarà possibile collegarsi alla diretta dalle 21 sulla pagina Facebook della rivista “Quinte Parallele” e sul canale YouTube, dai quali sarà possibile per il pubblico interagire e porre domande agli ospiti. A moderare la conversazione virtuale saranno Marco Surace e Filippo Simonelli, due degli autori della rivista.​

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy