Coronvirus Covid-19: dai detenuti di Busto Arsizio 58 tablet per vincere l’isolamento dei malati. “Sappiamo cosa vuol dire non poter sentire la famiglia”

I detenuti presso la Casa circondariale di Busto Arsizio (Varese) hanno raccolto 2.177 euro a favore dei malati Covid-19. La cifra ha permesso di acquistare 58 tablet con cover antisettiche per vincere l’isolamento delle persone colpite dal virus. “Sappiamo cosa vuol dire essere isolati, non poter sentire la famiglia”: così i detenuti. La notizia giunge dal cappellano della Casa circondariale di Busto Arsizio, don David Maria Riboldi. Domani, 30 aprile, alle 10.30 il direttore della Casa circondariale di Busto, Orazio Sorrentini, il Comandante Rossella Panaro e il cappellano don Riboldi si recheranno all’ospedale di Varese per incontrare il personale sanitario e consegnare i 58 tablet con cover antisettiche. “Anche il carcere di Bollate e di Poggioreale hanno avviato raccolte di solidarietà simili”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy