Coronavirus Covid-19: Africa, l’epidemia si estende, colpiti 40 Paesi. Emergenza sanitaria e sociale

Sono 1.808 i casi di Covid-19 confermati nella regione africana, con il contagio che ora ha raggiunto due nuovi Paesi, la Guinea Bissau e il Mali, per un totale di 40 Paesi contagiati su 54. Questi i dati riferiti da Matshidiso Moeti, responsabile per la regione africana dell’Organizzazione mondiale per la sanità, in una conferenza stampa organizzata oggi dal Forum economico mondiale. I casi registrati in Africa sono “tutti importati dall’Europa”, ha dichiarato. Numerose le sfide da affrontare, prima tra tutte quella di convincere la politica a impegnarsi in questa lotta. In numerosi Paesi sta già avvenendo, come in Senegal, Nigeria e in Sud-Africa, dove il presidente Cyrill Ramaphosa ha annunciato che da stasera e per tre settimane saranno in vigore misure drastiche per contrastare la diffusione. Ci sono però “Paesi dove sono in corso conflitti armati e rifugiati che hanno particolare bisogno”: in questi Paesi la richiesta è di aprire corridoi umanitari per permettere il passaggio degli aiuti. Sono 44 i Paesi africani al momento dotati di laboratori di analisi. “I Paesi più piccoli, nell’Africa meridionale non hanno queste capacità” l’allarme di Samb Sow, direttore del centro malese per lo sviluppo dei vaccini. Si tratta poi di “convincere le persone alla distanza fisica e sociale”, ma questo si scontra con l’elemento culturale e le dimensioni delle famiglie africane, ha spiegato il virologo John Nkengason, direttore del Centro africani per il controllo e la prevenzione delle malattie.
Oltre ai laboratori e alle possibilità di test, mancano le protezioni: per ora la Cina si è mossa inviando un cargo di test e mascherine, ma “serve la solidarietà internazionale”, mentre si studiano i modi per “riorganizzare in questo senso la produzione”. Altra domanda tutta africana per ora senza risposta è come il virus interagirà con Aids, tubercolosi e malaria.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy