Coronavirus Covid-19: primo caso in Kenya, 138 in tutta l’Africa. Amref in prima linea contro il contagio

A Nairobi, in Kenya il primo caso di coronavirus Covid-19 , confermato oggi dal ministero della Salute. Si tratta di una cittadina keniana rientrata dagli Usa via Londra lo scorso 5 marzo, come spiega un tweet dello stesso ministero.

Secondo Amref, ad oggi i casi confermati sono in totale 138 in tutto il continente. Il 14 febbraio è stato confermato il primo caso di Covid-19 nel continente africano, in Egitto; il 28 febbraio il primo caso in Africa Sub-Sahariana, in Nigeria; il 13 marzo sono stati confermati i primi casi in Kenya ed Etiopia. Ad oggi, in totale. I Paesi coinvolti sono Egitto, Kenya, Algeria, Camerun, Marocco, Senegal, Togo, Sud Africa, Tunisia, Nigeria, Burkina Faso, Costa d’Avorio, Repubblica Democratica del Congo, Ghana e Gabon. La minaccia rappresentata per le persone in Africa è notevole, tenendo conto dei 1,2 miliardi di persone del continente e della precarietà dei sistemi sanitari sui quali gravano già epidemie di malattie in corso e altri problemi di salute. Spiega Michael Yao, responsabile delle operazioni di emergenza Oms in Africa: “Dato che i sistemi sanitari del continente sono già sopraffatti da molte epidemie di malattie in corso, la prevenzione e la diagnosi precoce – monitorare, mobilitare, rilevare, testare, trattare e isolare – sono fondamentali”. Amref Health Africa sta collaborando con i ministeri della Salute (Moh) africani, Oms e Cdc Africa. Sfruttando l’innovativa tecnologia mobile, Leap, Amref e il ministero della Salute in Kenya stanno lanciando una campagna di due mesi volta ad educare gli operatori sanitari, in modo da ridurre la disinformazione su Covid-19 all’interno delle comunità locali, migliorare sorveglianza, diagnosi anticipata e cure, e monitorare la diffusione della malattia. L’approccio prevede lo sviluppo e la personalizzazione di contenuti di formazione digitale che verranno distribuiti agli operatori sanitari attraverso i loro dispositivi mobili – cellulari o smartphone.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy