Libano: Unpd-Escwa, domani a Beirut una passeggiata per sostenere disabili colpiti da esplosione e Covid-19

Una passeggiata per costruire un Libano inclusivo e accessibile: è la nuova iniziativa messa in campo dal Programma di sviluppo delle Nazioni Unite (Undp) e dalla Commissione economica e sociale delle Nazioni Unite per l’Asia occidentale (Escwa) a sostegno delle persone con disabilità colpite dal Covid-19 e dall’esplosione del porto di Beirut. L’evento avrà luogo domani mattina, 14 ottobre, presso il parco Gibran della capitale libanese. La passeggiata si snoderà dalla sede delle Nazioni Unite fino all’ospedale Karantina. Presenti, tra gli altri, Rola Dashti, sottosegretario Onu e segretario esecutivo Escwa, e Celine Moyroud, rappresentante locale di Undp. Al termine della passeggiata verranno lette alcune dichiarazioni dal nosocomio da parte di esponenti delle Nazioni Unite. L’auspicio degli organizzatori è che vengano messe al centro dell’azione umanitaria la salute e il benessere delle persone disabili tra le più colpite dalle crisi del Libano. Inoltre, i partecipanti chiederanno che le aree colpite dall’esplosione di agosto vengano ricostruite senza barriere architettoniche così da permettere l’inclusione dei disabili nell’attività sociale ed economica. Prevista anche la firma di un appello a sostegno dei disabili da parte di esponenti della società civile, diplomatici, professionisti e agenzie umanitarie. A dare una ulteriore testimonianza sarà l’atleta disabile Michael Haddad, ambasciatore di buona volontà dell’Undp, che percorrerà i 4 km della passeggiata usando un apparecchio cibernetico esterno che gli consente di camminare. Si tratta della prima di una serie di passeggiate organizzate in diverse nazioni per mobilitare risorse per contribuire a mitigare gli impatti negativi della pandemia sui più vulnerabili e per sostenere una ripresa post-pandemia inclusiva e sostenibile a livello ambientale.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy