Ue: Juvenes Translatores, concorso per giovani traduttori. Invitate tutte le scuole d’Europa

Le scuole secondarie di tutti i Paesi dell’Ue possono iscriversi a Juvenes Translatores, il concorso annuale di traduzione della Commissione europea. Da oggi, le scuole potranno iscriversi online per consentire ai propri studenti di competere con i coetanei degli altri paesi dell’Unione. Quest’anno i concorrenti tradurranno testi sul tema “Gioventù europea”. Il commissario Johannes Hahn dichiara: “con questo concorso vogliamo incoraggiare i giovani a prendere in considerazione una carriera nella traduzione e promuovere l’apprendimento delle lingue. Il 2022 è l’Anno europeo dei giovani e il concorso riunirà ragazze e ragazzi di diversi Paesi, li incoraggerà a coltivare il loro amore per le lingue e li aiuterà a superare le barriere tra le persone e le culture. Dare alle persone la possibilità di comunicare con gli altri e di comprendersi a vicenda, indipendentemente dalle differenze, è fondamentale affinché l’Ue possa prosperare”.
I partecipanti potranno scegliere da quale a quale delle 24 lingue ufficiali dell’Ue desiderano tradurre (le combinazioni linguistiche possibili sono 552). Il concorso si svolgerà online il 24 novembre 2022 in tutte le scuole partecipanti. I vincitori, uno per Paese, saranno annunciati all’inizio di febbraio 2023. La premiazione avverrà nella primavera del 2023 nel corso di una cerimonia che si terrà a Bruxelles, dove i vincitori avranno anche la possibilità di incontrare i traduttori della Commissione europea e di saperne di più sul lavoro dei linguisti.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy