Siria: Pro Terra Sancta (ong), “Una luce per Aleppo”, pannelli solari per 100 famiglie bisognose

Foto Pro Terra Sancta

“Una luce per Aleppo”: è l’iniziativa messa in campo dall’Ong “Pro Terra Sancta” per rispondere all’ondata di freddo intenso che si è abbattuta sul Medio Oriente, in particolare in Siria, riducendo molte persone allo stremo, per via dell’assenza di un’efficace distribuzione energetica. Il progetto, che intende dotare le abitazioni di 100 famiglie residenti ad Aleppo di pannelli solari per garantire forniture d’acqua calda e di energia elettrica, è strutturato su tre fasi: individuazione dei beneficiari dell’iniziativa mediante un attento processo di valutazione dei bisogni, studio preliminare all’installazione dei pannelli, installazione e messa in servizio dei pannelli solari. Fondamentale il lavoro di ascolto e di conoscenza da parte della Parrocchia Cattolica Latina delle famiglie di Aleppo che ha portato a individuare i primi 100 nuclei bisognosi. I pannelli che verranno impiegati possono fornire energia elettrica alle abitazioni oppure impiegare la corrente per il riscaldamento dell’acqua. I primi garantiscono 4 Ampère di corrente al giorno, 3 diurni e 1 notturno. I pannelli solari per il riscaldamento e il pompaggio dell’acqua e garantiscono 220 litri di acqua calda al giorno per un impianto dimensionato su una famiglia di 4 componenti. La copertura per le prime 100 famiglie richiederà circa 150.000 euro. Da qui l’appello dell’ong ai benefattori per rendere possibile il progetto e il suo prosieguo. Attualmente in Siria la luce arriva nelle case per sole tre o quattro ore al giorno, limitando di fatto l’uso di frigoriferi, lampadine, elettrodomestici. La situazione è diventata ancora più pesante dal giugno 2020, con l’introduzione delle nuove sanzioni ‘Caesar’ comminate dagli Usa alla Siria che hanno di fatto reso irreperibili i carburanti sul territorio del Paese, rendendo inservibili anche i generatori. Negli ultimi mesi, spiega il project manager per la Siria dell’ong, Ayham Khouly, il governo ha cercato di soccorrere i cittadini con sovvenzioni per l’acquisto di gasolio. Ma questa mossa si è tradotta in un sostanziale nulla di fatto: per far fronte ai bisogni di una famiglia si stimano necessari 600 litri di gasolio per la stagione fredda; il governo è arrivato a garantirne 100. Per donare: Siria, al freddo e al gelo senza riscaldamento – Pro Terra Sancta

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy