Perù: dichiarazione d’emergenza dell’Osa per lo sversamento di petrolio. Il “dolore e la vicinanza alla popolazione” di Papa Francesco

In occasione del Consiglio permanente straordinario dell’Organizzazione degli Stati americani, svoltasi mercoledì, in cui è stata approvata la dichiarazione di emergenza dopo la fuoriuscita di circa 12 milioni di barili di petrolio sull’oceano Pacifico, in Perù, mons. Juan Antonio Cruz Serrano, osservatore permanente della Santa Sede all’Osa ha trasmesso “il dolore e la vicinanza di Papa Francesco al Governo e al popolo peruviano, e in particolare a tutti i diretti interessati, come i pescatori e gli abitanti della fascia litoranea, a causa di questo grave danno ecologico e ambientale”. Mons. Cruz ha sottolineato, di fronte ai rappresentanti delle Nazioni del Continente che “la Chiesa, attraverso le sue comunità e organizzazioni locali che sono in Perù, come Caritas Lima e “Resuscita Perú ora”, un’iniziativa pastorale animata dalla Conferenza episcopale peruviana, ha lanciato diversi progetti per aiutare e sostenere le vittime della fuoriuscita di petrolio in questi tempi difficili”. La Santa Sede, ha concluso il rappresentante di fronte all’Osa, “considera lodevole il compito delle organizzazioni internazionali, come l’Osa, di sensibilizzare i Governi e la società civile sugli eccessi che si commettono contro la natura, nonché di promuovere meccanismi volti ad adempiere all’inalienabile dovere di preservare l’ambiente e le risorse naturali di ogni Paese”.
Nella dichiarazione diffusa al termine dell’incontro. L’Organizzazione ha diffuso una dichiarazione nella quale chiede l’intervento degli organismi internazionali, e in particolare alla Banca mondiale, alla Banca interamericana per lo sviluppo e alla Banca per lo sviluppo dell’America Latina di facilitare aiuti finanziari. Inoltre si è chiesto ai responsabili dello sversamento, avvenuto sul mare a Ventanilla, nello stabilimento La Pampilla della Repsol, di assumere “un impegno concreto” di fronte alla tragedia ambientale.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy