Aggiornamenti Sociali: col primo numero del 2021 nuova veste grafica e rinnovato approccio ai contenuti

Con il numero di gennaio 2021 Aggiornamenti Sociali cambia volto e inaugura un nuovo format che presenta alcune novità, tanto nella grafica che nell’approccio ai contenuti. La rivista mostra: una nuova veste grafica, interamente a colori e stampata su carta certificata Pecf, che ne garantisce la provenienza da fonti gestite in maniera sostenibile e controllate; un editoriale “più snello e mirato a offrire spunti di riflessione per una rilettura del mese trascorso”; dialoghi a più voci, per mettere a confronto gli esperti su temi di attualità; un articolo in forma di infografica su ogni numero; una sezione, “Letture e visioni”, che “propone recensioni di libri, film, serie Tv ed eventi culturali, con percorsi monografici su temi diversi”. “La riforma della grafica e della struttura – spiegano i gesuiti di Milano, che curano la pubblicazione – non si propone come un punto di arrivo, ma come il primo passo di un processo di rinnovamento, frutto anche dell’accelerazione che la pandemia ha portato nella riflessione sugli strumenti e gli obiettivi di Aggiornamenti Sociali”.
“La situazione in cui ci troviamo impone un cambiamento dei contenuti, e questo richiede di predisporre una forma che consenta di esprimerli in modo adeguato. In particolare, ci siamo resi conto di aver bisogno di un contenitore più flessibile, meno strutturato, aperto soprattutto alla possibilità di nuove sperimentazioni e interazioni”, dichiara padre Giacomo Costa, direttore della rivista. “In questa nuova stagione, dovrà e potrà crescere la sinergia tra rivista cartacea, sito e social media, così come la connessione con il lavoro di think tank e di centro di formazione che tanto è cresciuto in questi anni, alimentando relazioni, dialogo, costruzione di percorsi condivisi: Aggiornamenti Sociali non è mai stata solo una rivista, e lo è sempre di meno”.
Fa parte di questo nuovo corso la focalizzazione su 3 assi portanti: l’ecologia integrale; dare voce a chi è “scartato”; il posto della fede nella società aperta, ovvero “la fede, intesa come fiducia fondamentale nella bontà del mondo, da cui nasce il coraggio di affrontare il futuro, prima di qualunque specificazione confessionale”. “In conclusione – afferma padre Costa – voglio ribadire che questo aggiornamento, che della nostra rivista esprime l’identità, è un programma, un modo di essere, certo non un passaggio compiuto una volta per tutte. Anch’esso è un cammino da percorrere insieme: insieme come redazione, insieme con il comitato di consulenza scientifica e i gruppi di esperti che ci aiutano a rimanere attenti alla realtà, insieme con i nostri lettori e lettrici e con i sempre più numerosi partner con cui portiamo avanti le iniziative in cui siamo coinvolti”. Per saperne di più: https://www.aggiornamentisociali.it/articoli/il-numero-di-gennaio-2021/.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Balcani

Informativa sulla Privacy