Papa Francesco: ai giovani di Medjugorje, “scoprire un altro modo di vivere, diverso da quello che offre la cultura del provvisorio”

“Scoprire un altro modo di vivere, diverso da quello che offre la cultura del provvisorio, secondo la quale nulla può essere definitivo ma conta solo godere il momento presente”. È l’invito del Papa ai giovani, nel messaggio inviato ieri per il loro incontro annuale a Medjugorje. “In questo clima di relativismo, nel quale è difficile trovare le risposte vere e sicure”, Francesco ha esortato i giovani a prendersi “il tempo per stare con Gesù, per riempirvi del suo Spirito ed essere pronti all’affascinante avventura della vita”. “Andate incontro a Lui, state con Lui nella preghiera, affidatevi a Lui che è esperto del cuore umano”, la consegna del Papa: è questo l’unico modo per “fare l’esperienza del Signore e, grazie a Lui, vedere il senso pieno e definitivo della nostra esistenza”. “Il grande modello della Chiesa dal cuore giovane, pronta a seguire Cristo con freschezza e docilità, rimane sempre la Vergine Maria”, ha detto Francesco: il suo “è l’esempio più bello che ci racconta cosa succede quando l’uomo, nella sua libertà, si abbandona nelle mani di Dio. Che questo esempio vi affascini e vi guidi!”. “Cari giovani, correte attratti da quel Volto tanto amato, che adoriamo nella santa Eucaristia e riconosciamo nella carne del fratello sofferente”, l’invito finale, tratto dalla “Christus vivit”: “Lo Spirito Santo vi spinga in questa corsa in avanti. La Chiesa ha bisogno del vostro slancio, delle vostre intuizioni, della vostra fede”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy