Coronavirus Covid-19: Ferrara-Comacchio, disposizioni per il Corpus Domini

In ottemperanza alle disposizioni del Ministero della Salute e della Cei in materia di ripresa della vita liturgica post emergenza Covid, è sospesa la grande processione del Corpus Domini che ogni anno attraversa Ferrara. Sospensione naturalmente estesa anche a tutte quelle che si svolgono tradizionalmente nei borghi e nei paesi della provincia. È quanto si legge in una nota dell’arcidiocesi di Ferrara-Comacchio, diffusa oggi, a una settimana dalla Solennità del Corpus Domini di Domenica 14 giugno. “Resta la possibilità – comunica la diocesi – di dar vita, con il dovuto distanziamento, a piccole processioni all’interno di spazi parrocchiali conclusi come un cortile o un campetto, avendo cura che non si creino mai assembramenti di qualsiasi tipo. Fondamentale in questo, la collaborazione dei fedeli adulti in grado di controllare e far rispettare le regole sanitarie anti contagio da Covid 19”. Laddove non si riesca a  garantire questi canoni, dall’arcidiocesi giunge la sollecitazione per “la valorizzazione di alcuni gesti propri della Liturgia in questa Solennità: i parroci possono dar vita ad una piccola processione con il Santissimo all’interno della chiesa, lasciando però i partecipanti alla Celebrazione ciascuno al posto, concludendo poi con un momento di Adorazione Eucaristica e la Benedizione finale; oppure, in alternativa, al termine della Messa, è possibile semplicemente lasciare la pisside sull’altare per un momento di Adorazione prima della benedizione finale con il Santissimo”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy