Coronavirus Covid-19: vescovi scozzesi, lettera ai sacerdoti con le indicazioni per riaprire le chiese ai fedeli

I vescovi cattolici scozzesi hanno scritto una lettera a tutti i sacerdoti nella quale presentano le indicazioni che aiuteranno le chiese a riaprire presto le porte ai fedeli. “Vogliamo agire in armonia con le indicazioni date dal governo e dalle autorità sanitarie così che possiamo riprendere le nostre liturgie in modo sicuro”, scrivono i vescovi nel messaggio, che comprende anche una serie di documenti su tutti i passi necessari da fare perché i luoghi di culto siano pronti. Tra le informazioni anche un questionario rispondendo al quale è possibile, per parroci e fedeli, assicurarsi che la loro chiesa sia pronta per la riapertura. Alcuni degli otto vescovi scozzesi, nelle scorse settimane, hanno espresso la speranza che i fedeli possano rientrare nelle chiese, perlomeno per le preghiere individuali, a cominciare da metà giugno. Il governo, però, ha promesso che soltanto dai primi di luglio darà il via libera alle messe. Le chiese sono chiuse, in tutto il Regno Unito, dal 23 marzo. A maggio i vescovi hanno avviato un gruppo di lavoro per collaborare col governo su come preparare le chiese alla riapertura. Nel messaggio degli otto vescovi scozzesi vi sono anche parole di incoraggiamento per i fedeli perché rimangano “uniti nella fede, nella speranza e nell’amore, rispondendo con creatività”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy